Rassegna Stampa

Roma capitale della coca, Perugia al top per il consumo di eroina. Un’indagine a partire dall’analisi delle acque reflue

Dal sito http://www.age.it

Ricerca dell’Istituto Negri di Milano.

Periodicamente si presenta una indagine sul consumo di sostanze stupefacenti, che analizza le presenze nelle acque reflue. È una ricerca compiuta in Italia e in altri stati europei. I dati sono una provocazione da cogliere e interpretare, soprattutto per acquisire consapevolezza e individuare azioni concrete. Roma capitale della coca, Perugia al top per il consumo di eroina.
Perugia al top per il consumo di eroina. Roma e Napoli capitali nel consumo di cocaina. E’ il quadro emerso da una ricerca condotta dall’Istituto Mario Negri di Milano sulle acque reflue urbane di 17 città italiane, in collaborazione con il “Dipartimento per le Politiche Antidroga” della presidenza del consiglio dei ministri.
Le ultime analisi hanno rilevato un calo dei consumi negli ultimi due anni delle sostanze stupefacenti più importanti quali la cocaina, l’eroina e la metamfetamina con variabilità per la cannabis. Nell’ultimo anno inoltre si sono evidenziati aumenti di sostanze, anche se a bassa prevalenza d’uso nel nostro paese, quali la ketamina e l’ecstasy. Attualmente il consumo di eroina sembra interessare maggiormente il centro Italia, con Perugia capofila, seguito da Roma, Firenze e Terni. I consumi più elevati di cocaina si rilevano
invece a Roma e Napoli seguite da Milano, Torino, Firenze e Perugia.
Quest’anno, poi, il Mario Negri ha condotto per la prima volta la stessa ricerca a livello europeo (in 11 Paesi) insieme all’istituto norvegese per la Ricerca. L’analisi ha messo in evidenza che in Europa ogni giorno si consumano in media 356 chili di cocaina, pari a circa il 10-15% della produzione mondiale. Milano, città rappresentativa dello Stivale a livello europeo, si pone quasi a metà della classifica dopo le principali città di Olanda, Belgio, Regno Unito e Spagna ma prima di Svezia, Norvegia, Finlandia, Croazia e
Repubblica Ceca, rispetto alle quali i consumi sono tra le 5 e le 15 volte più elevati. La cocaina, inoltre, insieme all’ecstasy si è confermata una droga “ricreazionale”, con consumi molto maggiori nel week end rispetto agli altri giorni della settimana.
Per quanto riguarda la stessa ecstasy e l’amfetamina, a Milano i consumi sono risultati molto contenuti, e inferiori a quelli misurati in Olanda, Belgio e Gran Bretagna (dove i livelli elevati sono stati messi in relazione alla presenza di laboratori illegali di produzione). A Milano, si è invece riscontrato un consumo relativamente elevato di metamfetamina inferiore solo a quello misurato di Finlandia e Repubblica Ceca. Quanto invece alla più nota cannabis Olanda, Francia e Spagna sono i tre paesi sul podio dei consumi.

fonte: notizie.virgilio.it

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire AGeMinerbe e ricevere le notifiche degli aggiornamenti sulla tua casella di posta.

Segui assieme ad altri 41 follower

Statistiche

  • 23.726 hits
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: