Cherubina Manzoni, News, S.M.Immacolata, Scuole

Il patriarca Moraglia al Festival DSC: Le scuole paritarie fanno risparmiare allo stato 6 miliardi di euro.

Il patriarca di Venezia Francesco Moraglia al dibattito. FOTOSERVIZIO MARCHIORI

Domenica 24 novembre si è tenuta la IV Conferenza sulla scuola e la formazione professionale a chiusura del Festival della Dottrina Sociale di Verona (http://dottrinasociale.it/il-festival/).

Anche noi di AGe Minerbe eravamo presenti in rappresentanza dei genitori con figli che frequentano le scuole dell’Infanzia Paritarie di Minerbe e San Zenone.
Sul palco di un gremito auditorium della Gran Guardia, si sono alternate personalità ecclesiali e politiche di spessore. Ma a dettare con forza la linea è stato monsignor Francesco Moraglia, patriarca di Venezia che ha lanciato un autentico grido d’allarme e si è più volte riferito, anche con la forza dei numeri, a un «bivio» al quale si trova ora la scuola paritaria, una scelta dalla quale ne dipenderà il futuro e la sopravvivenza, ma anche – ha sottolineato il patriarca – «la libertà. Una libertà riconosciuta e, anzi, tutelata da un testo “laico” come la Costituzione italiana che riconosce alla famiglia il dovere e il diritto di educare e istruire i figli, secondo una linea educativa liberamente scelta».

Come Associazione Genitori di Minerbe condividiamo lo spirito dell’intervento del patriarca di Venezia, consapevoli dell’importanza del servizio che le nostre scuole dell’infanzia svolgono nel territorio di Minerbe. Sono scuole che svolgono un servizio “pubblico” anche se non statali. Un servizio di qualità, svolto con passione e professionalità, che costa alla collettività 10 volte in meno rispetto ad una equivalente struttura pubblica. Un patrimonio frutto della lungimiranza dei nostri nonni che noi genitori abbiamo il dovere di tutelare.

Di seguito una sintesi dell’intervento attraverso un articolo apparso su lastampa.it:

“Le scuole paritarie rischiano il collasso”

“La possibilità che in Italia coesistano istituzioni scolastiche non statali è garanzia di libertà, di pluralismo, e di democrazia; la loro presenza, poi, non si pone in termini di antagonismo e ostilità rispetto alla scuola statale ma, piuttosto, di reciprocità, collaborazione e  sinergia perché entrambe svolgono una funzione pubblica per il bene comune”. E’ uno dei passaggi dell’intervento di mons Francesco Moraglia, patriarca di Venezia, alla IV Conferenza sulla scuola e sulla formazione professionale, nell’ambito del Festival della Dottrina Sociale di Verona.

Il patriarca ha ribadito il carattere pubblico delle scuole paritarie, già ufficialmente affermato dal Parlamento italiano con la legge 62 del 2000. Il nodo, ha osservato  Moraglia, è quello dell’“effettivo e concreto riconoscimento della parità scolastica, in particolare sul piano economico”.

“Nel nostro Paese – ha sottolineato – le scuole paritarie educano circa il 10% della popolazione scolastica, ma ricevono dallo Stato solo l’1% della quota stanziata per gli istituti. E nelle nostre regioni questi numeri diventano ancora più rilevanti poiché nel Veneto, ad esempio, frequenta una scuola paritaria il 20% degli allievi che diventano addirittura i 2/3 del totale nelle scuole per l’infanzia”.

Se il costo medio annuo per ogni alunno della scuola statale – ha puntualizzato Moraglia – arriva a sfiorare i 7.000 euro, quello stanziato dall’erario per ogni alunno delle scuole paritarie è attorno, solamente, ai 500 euro. Emerge un dato certo e inequivocabile: in media ogni allievo di scuola statale costa allo Stato una somma di almeno 10 volte superiore – volendo stare “bassi” – rispetto ad un coetaneo iscritto alla scuola paritaria. E’ stato calcolato che le scuole paritarie – e in esse quelle di ispirazione cattolica sono la stragrande maggioranza – fanno risparmiare allo Stato non meno di 6 miliardi di euro l’anno”.

Di qui l’appello alla politica: “Oggi non c’è più tempo da perdere e c’è bisogno di decisioni forti e urgenti. Siamo consapevoli di essere giunti ad un bivio: è importante che quanti rivestono una qualche autorità, politici e amministratori in primis, ed hanno a cuore il bene comune della scuola e della scuola paritaria cattolica dicano esplicitamente e senza mezze misure verso quale direzione vogliono andare e quali azioni intendano praticare perché non succeda l’irreparabile. Le buone intenzioni non bastano più: ogni mese, ogni giorno, la situazione si aggrava ulteriormente e assistiamo impotenti alla progressiva chiusura di parecchie scuole. Il rischio del “collasso” di tutto il sistema educativo di istruzione e di formazione del nostro territorio  è reale”.

“Siamo giunti a Verona – ha proseguito Moraglia –  mossi dalla passione e dall’impegno che anima ciascuno di noi e muove le nostre Chiese per l’educazione perché siamo convinti che così si continua a generare e si creano persone libere, che conoscono la realtà e sono in grado di affrontarla. L’educazione, infatti, può contenere un’infinità di mansioni ma deve puntare soprattutto a formare persone che si aprono sulla realtà della vita”

La Chiesa non chiede privilegi, ha ripetuto Moraglia: “Non siamo a chiedere sconti o a rivendicare privilegi di parte ma siamo impegnati – concretamente, ogni giorno – per costruire il bene comune in quello che è uno degli ambiti più importanti del vivere sociale, l’educazione e la formazione, e che rappresenta, senza retorica, il futuro delle nostre comunità”.

Annunci

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire AGeMinerbe e ricevere le notifiche degli aggiornamenti sulla tua casella di posta.

Segui assieme ad altri 41 follower

Statistiche

  • 23.914 hits
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: